giovedì 9 febbraio 2017

Mohnstriezel


Eccoci (dopo qualche problema di connessione internet) con una ricetta che ci piace tantissimo, un dolce che arriva dal nord Europa (ci sono diverse versioni a seconda della provenienza) realizzato con una farina profumata che arriva dal sud Italia (la farina tipo1 Mulino Caputo, un prodotto davvero speciale).
Oggi vi raccontiamo la ricetta del Mohnstriezel, o meglio...la nostra versione di questa preparazione  fatta con un panbrioche soffice e fragrante e un ripieno di semi di papavero dal sapore particolare e intenso che ci ricorda molto le nostre amatissime montagne dell'Alto Adige, come non amarlo?! E' il dolce perfetto da gustare sul divano, con una calda coperta di lana, mentre magari fuori sta nevicando (qui è prevista in questi giorni e non possiamo farci trovare impreparati) mentre il camino acceso scalda l'atmosfera e la casa profuma di buono...in attesa che torni la primavera.

P.S. At the end of this post you can find the english version.


Ingredienti
400g farina tipo1
150g burro
180ml latte intero
28g lievito madre secco
4g malto diastasico
100g zucchero
2 tuorli
1 pizzico di sale
200g preparato per dolci ai semi di papavero
1 bacca vaniglia (semi)

latte e zucchero a velo q.b (per spennellare)

La preparazione è semplice, ci vuole solo un po' di pazienza perché richiede una lunga lievitazione.
Per preparare l'impasto: setacciare la farina (la tipo1 è perfetta per la panificazione e le lunghe lievitazioni), mescolare bene per dare aria e aggiungere il lievito madre, il malto e lo zucchero e amalgamare gli ingredienti. Aggiungere il latte tiepido a filo lavorando l'impasto con la planetaria. A parte montare i tuorli con un pizzico di sale e il burro morbido e aggiungere il composto all'impasto continuando a lavorare con l'impastatrice per qualche minuto (l'impasto deve incordare). Infarinare il piano da lavoro e lavorare l'impasto con le mani per pochi minuti fino ad ottenere un panetto liscio e morbido. Lasciare lievitare coperto con pellicola (non a contatto) per almeno 4 ore (meglio se tutta la notte). Lavorare di nuovo l'impasto su un ripiano infarinato per pochi minuti e lasciare lievitare ancora per 1 ora almeno. Stendere l'impasto su un piano da lavoro infarinato con il mattarello creando un rettangolo sottile circa 4mm e spalmare la superficie con il composto ai semi di papavero (qualcuno aggiunge del miele, chi il marzapane, chi purea di mele, noi abbiamo mescolato il composto con i semi di una bacca di vaniglia) ma se preferite potete anche usare della crema di nocciole, marmellata...arrotolare senza stringere troppo e tagliare il rotolo in due parti (o 3 se preferite), girare il lato con il ripieno verso l'alto e intrecciare (è più facile a farsi che a dirsi). Unire infine le due estremità conferendo la classica forma a ciambella e lasciare lievitare per 1 ora circa coprendo con pellicola non a contatto (aiutatevi posizionando 4 bicchieri ai lati sui quali appoggiare la pellicola).


Spennellare la superficie con del latte (nel quale abbiamo precedentemente sciolto dello zucchero a velo) e infornare a 200°C preriscaldato ventilato per 20 minuti circa (il tempo di cottura dipende dal forno) Sfornare, lasciare intiepidire e servire magari con un buon te caldo (perfetto il nero Darjeeling), con del gelato o una crema pasticcera aromatizzata al mandarino.
Può sembrare complicato ma in realtà richiede solo un po' di tempo perché la magia della lievitazione avvenga e il profumo che invade casa mentre cuoce nel forno e talmente invitante che vale davvero la pena rimboccarsi le maniche, indossare il grembiule e buttarsi con le mani in pasta in questa ricetta. Sweet little things (and satisfactions) of life.


Ringraziamo Mulino Caputo, per ulteriori informazioni sui loro prodotti ->
A Special thanks to Mulino Caputo, for more info about their products ->
www.mulinocaputo.it/


Here we are (after some internet connection problems) with a recipe that we really love, a sweet from the North of Europe (there are different versions) made with a scented flour that comes from the South of Italy (the flour1 by Mulino Caputo, a very special product). Today we tell you the recipe of the Mohnstriezel, or rather...our version of this preparation: a braid made with a soft and fragrant panbrioche and a poppy seeds filling, with a particular and intense flavor that reminds us to our beloved South Tyrol mountains, so as not to love it?! It's perfect for an afternoon on the sofa, with a warm blanket, maybe while the snow falls down outside (the weather forecast says snow for the next days here, and we can't be unprepared) with the fireplace that warms the atmosphere and home that smells of good...waiting for the return of Spring.


Ingredients
400g flour1
150g butter
180ml milk
28g of dry mother yeast
4g diastatic malt
100g sugar
a pinch of salt
200g poppy seeds filling
1 vanilla pod (seeds)
2 egg yolks

milk and icing sugar (for brushing)

The preparation is simple, it just takes a little patience because this recipe provide a long rising. To prepare the dough: sift flour (type 1 is suitable for baking and long rising), mix well to give air, add dry mother yeast, diastatic malt and sugar and mix the ingredients. Add warm milk to the mix little at a time working with the planetary for a few minutes. Aside fit the egg yolks with a pinch of salt and soft butter for a few minutes and add it to the dough working with the planetary until the dough will string. Flour a working table and knead the dough just for a few minutes until getting a smooth and soft dough. Let it rise covered with film (not in contact) for at least 4 hours (better for a Whole night long). Then take the dough and work it for a few minutes on a floured surface and let it rise again for at least one hour more covered with film (not to touch). Roll the dough out with  the rolling pin on a floured base creating a rectangle thin about 4mm, spread the poppy seeds prepared on its surface (someone add honey, someone marzipan, someone apples mash, we add vanilla seeds) but you can also use hazelnuts cream, jam...wrap it up not loosely, cut the roll into 2 parts (or 3 if you prefer), turn the sides with the filling upwards and make a braid (it's easier to do than to say). Just join the two ends giving the donut shape and let rise for at least one hour covered with film but not in contact (help yourself with 4 glasses positioned on the sides and place the film over them).



 Brush with milk (in which we have previously melted a bit of icing sugar) and bake at 200°C preheated ventilated for about 20 minutes (the cooking time depends on how your oven work). Let it warm down and serve maybe with a good tea (perfect the black Darjeeling), with ice-cream or a custard cream scented with tangerin. It could sound complicated but it takes just a little time to let the yeast make its magic and the scent that invades home is so inviting that really Worth to roll up the sleeves, wear an apron and jump with the hands in dough into this recipe. Sweet little things (and satisfactions) of life.









lunedì 2 gennaio 2017

Welcome 2017 (surprise us, please)

keep the good with you, leave the worst to the past, remember what difficulties have taught and what satisfactions have gift. Expect the best enjoying the beauty of little moments.


Buon Anno Nuovo (e buon compleanno al nostro blog!), lo cominciamo portando con noi il meglio del 2016 ma anche quello che il peggio ha saputo insegnarci, un anno di up and down, di sorrisi e lacrime ma sicuramente da ricordare per le tante sorprese, belle emozioni e grandi soddisfazioni che ci ha regalato: il Jamie (Oliver) cooking party a Milano (ci siamo divertiti tantissimo), il premio vinto con CasaFacile ed Exquisa Italia (un bellissimo weekend in Sud Tirolo di cui vi abbiamo raccontato il diario), il premio vinto nella categoria "Food & Fashion" ai Food Blog Awards (e potevamo essere più contenti?!) perfino le nostre sfere handmade avvistate sull'albero di Natale di Csaba dalla Zorza (son soddisfazioni!). Per il 2017 Nessun buon proposito, solo tanta voglia di vivere 365 (364 a dir la verità perché uno è già trascorso) giorni pieni di amore, nuove avventure, sorrisi e risate, sole e pioggia, opportunità e soddisfazioni, sapori, nuove ricette, la musica che ci emoziona e momenti da fissare in uno scatto (e anche di più)... e pieni di voi, che ci seguite in questo viaggio. The best is yet to come, stiamo pronti a prendere tutto il meglio e anche di più.
Happy Crazy Amazing New Year!

P.S. Continuate a seguirci perché io (Anna) e Mimmo (mio marito, migliore amico e co-blogger) siamo pronti a raccontarvi di nuove storie, ricette, emozioni, ispirazioni e speriamo nuovi progetti (e tanta moda in più!)
Nel frattempo alcuni dei nostri scatti preferiti del 2016...

Happy New Year (and happy birthday to our blog!) we start it carrying with us the best of 2016, but even what the worst taught us, a year of up and down, smiles and tears but surely we'll remember it for the surprises, the sweet emotions and great satisfactions it has gift to us: the Jamie (Oliver) cooking party in Milan (we had so much fun!), the prize won with CasaFacile Magazine and Exquisa Italia (a beautiful long weekend in South Tyrol, we told the diary of the travel on the blog), the prize in the category "Food & Fashion" at the Food Blog Awards here in Italy (could us be much happier?!) even our handmade spheres seen on the Christmas tree of Csaba dalla Zorza (satisfactions!). No good intentions for this 2017, just a great desire to live 365 (364 because one is Already past) days full of love, smiles and laughter, opportunities and satisfaciotions, new adventures, flavors and new recipes, the emotional music and little moments to fix in a shot (or more)...and full of you, of course you that  follow us in this path. The best is yet to come, let's stay ready to catch it all and even more.
Happy, Crazy, Amazing, New Year!

Keep following us, we are ready, me (Anna) and Mimmo (my housband, best friend and of course co blogger), to tell you about new stories, recipes, emotions, insoirations and we hope new projects (and a lot of fashion plus!)
Meanwhile some of our 2016 fave shots...

Il nostro 2016 scattato da noi e condiviso con voi...
Our 2016 shot by us and shared with you...

Gennaio e la prima neve / January and the first snow


 
Noodles soup con il cavolo nero (del nostro orto) e lo zenzero / Noodles soup with black cale (from our veggies garden) and ginger


I weekend che iniziano lenti / Weekends that start slowly


Le breakfast bowls, una passione! / Breakfast bowls, a passion!


Shoes (un'altra passione) / Shoes (another passion)

 

Fiori al mercato.. bellazza e semplicità / Flowers at the local market... beauty and simplicity
 
Il gelato, il nostro porta fortuna, qui uno degli scatti con il quale abbiamo vinto il contest di CasaFacile ed Exquisa (ricetta ice-cream-cheese) / Ice-cream, our lucky charm, here one of the shots with wich we won the contest with CasaFacile Magazine and Exquisa (recipe-cream cheese


I pensieri / Thoughts



Bruschette (what else) in ogni stagione, qui con i pomodori cuore di bue e il basilico del nostro orto, con crudo di Parma e mozzarella di bufala / Bruschette (what else) in each Season, here with cuore di bue tomatoes and basil from our veggies garden + Parma ham and mozzarella di bufala.


Uno dei nostri posti del cuore (Champoluc - Val d'Ayas) / One of our heart place (Champoluc - Ayas Valley)


Agosto e le prime zucche / August and the first pumpkins


La moodboard con la quale abbiamo vinto ai Food Blog Awards / The moodboard with wich we won the Food Blog Awards


Croissants caldi a colazione / Warm croissants for breakfast


Bolzano e il Tirolo nel cuore / Bozen and the Tyrol in the heart


Il cioccolato è sempre una buona idea! / Chocolate is Always a good idea!


Dettagli e vecchi ricordi e un po' di vintage love / Details and old memories and a bit of vintage love


La frolla con le stelle che profuma la casa di buono / The pastry with the stars and home smells of good


La magia degli ingredienti / The magic of the ingredients


L'Autunno e le zuppe che scaldano il cuore / Autumn and soups that warm the heart


Il tramonto / Sunset


Lifestyle italiano / Italian lifestyle


E poi arriva Dicembre / And then comes December


Le nostre ricette / Our recipes

Let's be Merry.


 
 
31 December 2016
 



sabato 10 dicembre 2016

Christmas Meringues


"Our fondest memories are made gathered around the table"

E poi arriva il Natale. Oggi divano, il camino acceso a farci compagnia, l'albero che brilla, gli addobbi al loro posto e mentre fuori il freddo si è fatto più pungente noi vi raccontiamo il nostro dolce delle feste e profumiamo la casa di meringhe, zenzero, vecchi ricordi e momenti speciali da collezionare.
Il nostro dessert sarà semplice, ricco e molto goloso e pieno di emozioni che raccontano un po' di noi: il gelato, che amiamo in tutte le stagioni e che quest'anno ci ha portato tanta fortuna e nuovi progetti, le meringhe (con nocciole e zenzero) che sono la nostra ricetta del cuore, quella che abbiamo provato mille volte e in mille modi in questi anni insieme e che ci ha regalato i sorrisi di chi le ha assaggiate e lo zabaione (allo spumante) che è il passato, i ricordi, i momenti più speciali visti con gli occhi di chi trova il bello nelle cose più semplici. E nell'attesa ci riempiamo il cuore di assaggi, pensieri (quelli buoni) e luci.



Preparare il dolce è davvero semplice, partiamo dal gelato che potete preparare seguendo la nostra ricetta -gelato alla vaniglia- e conservare in freezer fino al momento di servire. Vi consigliamo un gusto classico come panna o vaniglia, perfetto da abbinare alle meringhe con nocciole e zenzero (un mix di sapori che adoriamo!) che potete preparare con uno/due giorni di anticipo e conservare in luogo fresco e asciutto.

3 albumi
150g zucchero semolato fine
un pizzico di sale
due gocce di limone
50g nocciole tritate
40g di zenzero disidratato tritato

Montare gli albumi con un pizzico di sale e due gocce di limone (a piacere potete aggiungere i semi di una bacca di vaniglia) a velocità media finche bianchi e sodi, aggiungere lo zucchero poco alla volta continuando a montare con le fruste elettriche a velocità massima per qualche minuto. (Il composto è pronto quando non sentirete più lo zucchero al tatto). Aggiungere le nocciole e lo zenzero precedentemente tritati grossolanamente e dare un ultimo giro con le fruste per amalgamarli. Versare il composto nel sac a poche (noi usiamo una bocchetta liscia del diametro di 1.5cm) e formare le meringhe ben distanziate su placca ricoperta di carta forno. Infornare a 110°/120°C (preriscaldato/ventilato) per un'ora circa (la cottura dipende dal forno, controllate e se necessario continuare a cuocere per altri minuti). Sfornare le meringhe e lasciare raffreddare. Provatele sono buonissime.
Vi consigliamo di preparare lo zabaione appena prima di servire, ci vogliono pochi minuti.

3 tuorli
1 chucchiao e 1/2 di zucchero
2 cucchiai di spumante

Montare con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero per qualche minuto. Cuocere a fuoco medio/basso il composto a bagno maria aggiungendo lo spumante e continuando a mescolare con le fruste finche cremoso.



E siamo pronti per servire: due palline di gelato, le meringhe e lo zabaione caldo come tocco finale, presentato nelle tazze della nonna, quelle bianche con il profilo dorato, un bellissimo ricordo perfetto per il giorno di Natale. Qualche luce, qualche addobbo, le candele, la famiglia, i sorrisi e le risate, gli occhi felici e i bicchieri che tintinnano...and Merry (sweet) Christmas to All!



Qualche consiglio
-Se non volete preparare il gelato assicuratevi di comparne uno artigianale di qualità.
_Bagnate il porzionatore in acqua calda per creare con più facilità le palline di gelato.
-Usate uno zucchero semolato fine per preparare le meringhe.
-Scegliete lo zenzero disidratato, non quello candito e zuccherato.
-Quando preparate lo zabaione a bagno maria, il pentolino non deve toccare l'acqua e l'acqua non deve bollire.

Ovviamente potete provare la ricetta in mille modi...con il cioccolato fuso, la frutta candita, i marron glacé, la cannella, il caramello e tutti i profumi e i sapori che rendono il Natale unico e speciale.

Eat, drink and be Merry!



And then comes Christmas. Today sofa, the firplace that makes us company, the shining tree, the decorations at their usual place, and while outside the air is more pungent we tell you about our Feasts dessert and we perfume the house of meringues, ginger, old memories and special moments to collect. Our sweet will be easy, rich and so delicious, full of emotions that tell a bit about us: the ice-cream that we love in every Season and that bring us good luck and new projects this year, the meringues (with hazelnuts and ginger) which is our heart recipe, the one we tried thousand times and in thousand ways during these years together and the one has given us the smiles of those who tasted them and zabaione (with spumante), which is the past, the best memories seen with the eyes that find beauty in the simple things. Meanwhile we warm the heart with tastes, thoughts (the good ones) and lights.



Prepare the dessert is very easy, let's start from the ice-cream, you can make it with our recipe -vanilla ice-cream- and keep it in the freezer until serving. We suggest you a classic taste like cream or vanilla, perfect with the meringues with hazelnuts and ginger (we love this flavors together!) that you can prepare one/two days in advance and keep in a dry place.

3 egg whites
150g castor sugar
a pinch of salt
2 drops of lemon juice
50g chopped hazelnuts
40g choppe dehydrated ginger

Beat the egg whites with a pinch of salt and two drops of lemon (to taste you can add the seeds of a vanilla bean) on medium speed until White and firm, add sugar gradually continuing to Mount with the electric whisks at full speed for a few minutes (the mix is ready when there is no more sugar to the touch). Add hazelnuts and dehydrated ginger previously coursly chopped and give a last round of whisk to mix them. Pour the meringue into the sac a poche (we use a smooth nozzle diameter of 1.5cm), form the meringues on the baking sheet covered with parchment paper. Bake at 110°/120°C (preheated/ventilated) for about one hour (the baking depends on the oven, check them out and if necessary cook for other more minutes). Remove from the oven and let cool. Try them, they are so good!
We suggest you to prepare the zabaione (eggnog) just before serving, it takes just a few minutes.

3 egg yolks
1 tablespoon 1/2 sugar
2 tablespoons of spumante (White sparkling wine)

Mount with the electric whisks the egg yolks and sugar for a few minutes, cook in a bain marie, add the spumante and stir with a whisk until creamy.



And we are ready to serve: two scoops of ice-cream, meringues and zabaione as finishing touch. We swerve it in the grandma's cups, the White one with the goldened profile, a beautiful memory perfect for the Christmas Day. Some lights, some decorations, the candles, the family, smiles and laughs, the happy eyes, the tinkling glasses...and Merry (sweet) Christmas to All!



Just a few tips:
-If you don't want to make homemade ice-cream make sure to buy a good quality crafted one.
-Wet the ice-cream scoopspoon in hot water to make scoops easily.
-It is important to use castor sugar (not grainy) to make meringues.
-Use dehydrated ginger, not the candied and sugared one.
-When you prepare the zabaione in a bain marie the pan should not touch the water and the water should not boil.

Of course you can try this recipe in a thousand ways...with melted chocolate, dried fruits, marron glacé, cinnamon, caramel and all the scents and flavors that make Christmas unique and special.

Eat drink and be Merry!


Vi potrebbero anche piacere / You might also like

Semifreddo al torroncino / Nougat parfait


Dark chocolate & cocoa mini pies


 Christmas Cookies


Find joy in your own way.


giovedì 1 dicembre 2016

And then comes December

😊😁😉

December, day 1

E poi arriva Dicembre e ogni volta ci lasciamo affascinare dall'atmosfera di questo periodo...le luci, il profumo di biscotti che invade la casa e il cuore, i piccoli pensieri e le sorprese inaspettate, le canzoni e la crema mascarpone, fatta con la ricetta della mamma, le candele (tonnellate di candele), i sorrisi, la famiglia riunita intorno alla tavola, le risate e il buon cibo fatto in casa con amore, le tradizioni che non passano di moda, gli addobbi, quelli che da piccolo appendevi all'albero in attesa di Babbo Natale. Babbo Natale al quale noi crediamo ancora, le renne e la slitta...se poi arrivasse un po' di neve. Natale è mille cose, vecchi ricordi e nuove emozioni. Natale è magia.



Feel the magic all around, make magic things, think magic thoughts, be the magic for someone.  Have Merry (magic) Days.


 And then comes December and each year we are fascinated by the atmosphere of this period, the lights, the smell of cookies that invades the house and the heart, the little thoughts and the unexpected surprise, the smiles, songs and the mascarpone cream made with mum's recipe, candle (tons of candles), the family reunited around the table, the laughs and good food homemade with love, the traditions that will never be out, the decorations, the ones you hang on the Christmas tree when you were a child waiting for Santa. Santa in which we still believe, the reinders and the slide, and if it would snow a bit. Christmas is a thousands things, old memories and new emotions. Christmas is magic.


"No beauty shines brighter than that of a good heart".


Nei prossimi giorni posteremo le nostre ricette di Natale, stay tuned (please).
We'll post our Christmas recipes in a few days, stay tuned (please).